fbpx

Aggiornamento delle linee guida di Federazione Moda Italia

Aggiornamento delle linee guida di Federazione Moda Italia sulla ripartenza in sicurezza tra obblighi di legge e buone prassi: chiarimenti Inail con circolare n. 22 del 20 maggio 2020 sulla responsabilità degli operatori commerciali per infortuni da covid-19

In occasione della riapertura dei NEGOZI DI MODA, FEDERAZIONE MODA ITALIA ha AGGIORNATO il documento LINEE GUIDA PER LA RIPARTENZA TRA OBBLIGHI DI LEGGE E BUONE PRASSI” per accompagnare le imprese con INFORMAZIONI TEMPESTIVE ED AUTOREVOLI e CONSIGLI PRATICI per lavorare in sicurezza e tutelare la salute dei collaboratori e dei clienti nella straordinaria emergenza da COVID-19.

A tal proposito, si ricorda che il documento è stato aggiornato in base alle prescrizioni del DPCM del 17 maggio 2020 che all’Art. 1 – Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale prevede:
“1. Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 sull’intero territorio nazionale si applicano le seguenti misure:

dd) le attivita’ commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali piu’ del tempo necessario all’acquisto dei beni; le suddette attivita’ devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in ambiti analoghi, adottati dalle regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali e comunque in coerenza con i criteri di cui all’allegato 10. Si raccomanda altresi’ l’applicazione delle misure di cui all’allegato 11;”. Valgono, pertanto, i contenuti previsti nell’ALLEGATO 17, con particolare riguardo alla scheda sul COMMERCIO AL DETTAGLIO, con i provvedimenti assunti di conseguenza dalle singole Regioni.

Le LINEE GUIDA PER LA RIPARTENZA TRA OBBLIGHI DI LEGGE E BUONE PRASSI sono state altresì aggiornate con i CHIARIMENTI dell’INAIL contenuti nella Circolare n. 22 del 20 maggio 2020 avente ad oggetto “Tutela infortunistica nei casi accertati di infezione da coronavirus (SARS- CoV-2) in occasione di lavoro. Decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” – Articolo 42 comma 2, convertito dalla legge 24 aprile 2020, n. 27. Chiarimenti”. 

Nella Circolare è indicato che la responsabilità del datore di lavoro è ipotizzabile solo in caso di violazione della legge o di obblighi derivanti dalle conoscenze sperimentali o tecniche, che nel caso dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 si possono rinvenire nei protocolli e nelle linee guida governativi e regionali di cui all’articolo 1, comma 14 del decreto legge 16 maggio 2020, n.33

Trovi l'allegato nella sezione Download

Referente


Annalisa Gotti

Responsabile Ufficio Stampa
e Comunicazione

Contatta il nostro referente per avere un filo diretto.
Siamo a tua disposizione. Sempre.

Ti potrebbe interessare

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più