fbpx

Imprese, sgravi fiscali per aiutare la montagna

Interventi su Tari, Imu e Cosap Le azioni di sostegno deliberate dal Comume di Gaggio Montano sono appoggiate da Ascom

Alleggerire la pressione fiscale a carico delle reti commerciali, turistiche e di servizio di vicinato per arginare le ricadute economiche della pandemia e far ripartire il sistema economico.

Questo, in sintesi, l’obiettivo dei provvedimenti deliberati dal Comune di Gaggio Montano e condivisi da Confcommercio Ascom Bologna. Le azioni di sostegno, intervengono in misura e con modalità differenti su Cosap, Imu e Tari. L’emergenza sanitaria ed il conseguente lockdown, sommati ad un contesto montano già messo a dura prova da criticità evidenti sul versante della competitività, della dotazione infrastrutturale, dello spopolamento e del dissesto idrogeologico, hanno imposto un’accelerazione nell’adozione dei provvedimenti, arrivata nei giorni scorsi.

Oltre all’esonero per i pubblici esercizi dal pagamento della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, il Comune ha deciso di approvare un’agevolazione sulla Tari a favore delle imprese interessate dai provvedimenti di sospensione adottati a livello nazionale e regionale, unitamente ad un calmieramento dell’aliquota Imu relativa agli immobili commerciali C1. In dettaglio, riguardo alla Tari, l’Amministrazione comunale ha riconosciuto una riduzione sulla parte variabile del 50% per ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub, bar, caffè, pasticcerie, fiori e piante e una del 33% per tutte le altre attività economiche. Con riferimento all’Imu, istituita un’aliquota agevolata relativamente agli immobili per i quali, a partire dall’1 gennaio 2020, sia stato ridotto il canone di affitto del 5% oppure, nel caso di nuovi contratti, il canone sia uguale o inferiore al valore massimo stabilito dalle quotazioni immobiliari. In aggiunta, il Comune, ha deciso di non applicare sanzioni e interessi per tutte le imprese colpite dalle conseguenze economiche dell’emergenza COVID-19 che effettueranno il versamento della rata di acconto IMU entro il 16 settembre 2020.

«Ci è parso indispensabile e doveroso – sottolinea il sindaco Maria Elisabetta Tanari- agire in maniera consistente a favore delle nostre imprese montane. Sappiamo bene che perdere un’azienda in montagna vuol dire spesso non riacquistarla più, e questo certo non possiamo permettercelo. Facciamo spesa nei nostri piccoli negozi, teniamoli in vita. Dipende è vero dai provvedimenti dei vari organi di governo, a diversi livelli, ma dipende anche da ciascuno di noi».

«Siamo di fronte ad un pacchetto di misure che avrà un impatto certamente positivo sulle nostre imprese – aggiunge Andrea Nicolini, presidente di Confcommercio Ascom Gaggio Montano -. Come associazione siamo soddisfatti del rapporto di reciproca collaborazione costruito negli anni con l’Amministrazione comunale».

Il Resto del Carlino, 19 luglio 2020

Referente


Annalisa Gotti

Responsabile

Contatta il nostro referente per avere un filo diretto.
Siamo a tua disposizione. Sempre.

Ti potrebbe interessare

Articoli correlati

Fatturazione
Elettronica

Fatturazione Elettronica

La soluzione più completa
per gestire la tua contabilità.

E-mail
Dipendenti

E-mail
Dipendenti

Gestisci la posta
con la webmail di Ascom.

PEC
Clienti

PEC
Clienti

La Posta Certificata
per i Clienti Ascom.

Portale Azienda

I nostri servizi tradizionali diventano proposte differenziate
per soddisfare tutte le esigenze degli associati

Azienda

dipendenti

Non hai un account? Scopri di più